AVIS SASSUOLO

AVIS SASSUOLO
Via Decorati al Valor Militare,14 - 41049 Sassuolo (MO) 
Tel: 0.536,812674 - Cell: 334,6554573 - Fax: 0.536,812682 - e-mail: info @ avissassuolo .

 

 

Risposta alle domande chieste più di frequente

Come si fa a diventare donatore di sangue?


E' necessario avere compiuto 18 anni, pesare almeno 50 kg e essere in buono stato di salute. Presentandosi presso la sede AVIS si verrà sottoposti a visita medica e verranno eseguiti gli esami del sangue, quindi, se si è idonei, si diventerà donatore.

Quanto tempo dura una donazione di sangue?


Una donazione di sangue intero richiede dai 5 ai 10 minuti.
Un dispendio di tempo minimo per un grande dono.

E' necessario essere a digiuno per donare sangue?


il mattino del prelievo è preferibile essere a digiuno o aver fatto una colazione leggera a base di frutta fresca o spremute, thè o caffè poco zuccherati, carboidrati.
Nel caso in cui si debbano effettuare gli esami è necessario essere a digiuno.

Come mi devo comportare con il datore di lavoro se effettuo la donazione durante un giorno lavorativo?


Al donatore viene rilasciato un certificato per giustificare l'astensione dal lavoro.
La legge del 04-05-1990 n. 107 prevede che: "I donatori di sangue e di emocomponenti con rapporto di lavoro dipendente hanno diritto ad astenersi dal lavoro per l'intera giornata in cui effettuano la donazione, conservando la normale retribuzione per l'intera giornata lavorativa".

Che cos'è la plasmaferesi?


Oltre alla donazione di sangue intero è possibile effettuare anche donazioni, dette aferesi, solo di alcuni componenti del sangue: con l'uso di separatori cellulari, si toglie dal sangue del donatore solo la componente ematica di cui si ha necessità (plasma, piastrine, ecc.), restituendogli i restanti elementi. Si parla di "plasmaferesi" se si preleva solo plasma.

Per quali motivi potrei risultare non idoneo a diventare donatore o essere escluso dalla donazione?


Le cause per le quali una persona può essere ritenuta non idonea o sospesa sono svariate e tutte determinate dal fine di salvaguardare la salute sia del donatore sia del ricevente.

Alcuni esempi sono:

  • Esclusione permanente
    per malattie cardiovascolari, neoplasie, diabete insulino-dipendente, alcuni tipi di malattie infettive (epatite B, C, AIDS, ecc.)
  • Esclusione temporanea
    per periodi variabili in caso di: trasfusione di sangue o di emocomponenti, endoscopia, trapianto di tessuti o cellule, intervento chirurgico, agopuntura, piercing, tatuaggi, vaccinazioni.

Inoltre per condizioni legate alla visita (per esempio valori di pressione arteriosa troppo alti o bassi) o agli esami effettuati (ad esempio valori di emoglobina o ferro bassi, etc.) ed eventualmente altro a giudizio del medico.

 

Una donna in gravidanza può continuare a donare?


Sulla base delle attuali normative, la donazione è temporaneamente sospesa per tutto il periodo della gravidanza e fino a un anno dal parto.

Perché dovrei iscrivermi all’AVIS?


Il principale obiettivo dell'AVIS è la tutela della salute del donatore e del ricevente: i donatori si garantiscono un controllo costante dello stato di salute, attraverso la visita medica e gli esami di laboratorio e proprio grazie a tali controlli effettuati sui donatori periodici, il loro sangue garantisce il ricevente, riducendo il rischio di malattie trasfusionali.
Il sangue dei donatori AVIS è reso totalmente disponibile alle strutture sanitarie pubbliche evitando speculazioni e mercato del sangue.
L’attività principale di Avis è la promozione al dono del sangue per aumentare il numero dei donatori periodici e quindi aumentare la quantità di sangue disponibile, riducendo l’importazione di sangue dall’estero e diminuendo quindi il rischio di importare anche nuove malattie.

C’è qualche pericolo nel donare sangue?


Grazie all'accurata selezione per un adulto sano la donazione di sangue non comporta alcun rischio.
Ci sono delle precise disposizioni di legge in merito alla raccolta del sangue:

  • l’uso di kit monouso per il prelievo evita qualsiasi contatto tra il sangue di due donatori
  • la quantità di sangue prelevata è di 450 cc +/- 10%
  • tra due donazioni di sangue intero devono trascorrere almeno 90 giorni (180 per le donne in età fertile)
  • ad ogni donazione vengono eseguiti una serie di esami
  • il donatore viene sottoposto a regolari analisi e controllo Elettrocardiografico, salvo diversa necessità verificata dal medico. 

AVIS Sassuolo | Donazione | FAQ | Calendario | Statistiche | News | Attività | Volontariato | Foto | Link | Contatti